Skip to main content

Con “Riforma” (dal latino: rinnovamento, ristabilimento) viene definito il movimento di rinnovazione dei primi anni del 16esimo secolo, che in prevalenza di Martin Lutero, iniziarono nella Svizzera di Giovanni Calvino e Ulrico Zwingli. L’inizio della riforma è comunemente datato 31 ottobre 1517, il giorno in cui il monaco Martin Lutero avrebbe affisso al portone della Schlosskirche di Wittenberg le sue 95 tesi contro l’abuso della vendita delle indulgenze. Le loro cause e i loro precursori risalgono a molto tempo prima. 

La crescente globalizzazione, una condotta di vita spesso meno esemplare di pastori così come la corruttibilità degli uffici ecclesiastici aumentarono il malcontento tra la popolazione.  La compravendista delle indulgenze, la basilica di San Pietro venne rinnovata con queste entrate, diede alla fine inizio alla riforma.